English Deutsch Portouges Francais Facebook MySpace Blog CEM Centro Espressione Musicale
 
Max De Aloe
Max De Aloe
Max De Aloe
Max De Aloe
Max De Aloe
 

Stravaganze
Stravaganze è il titolo di una serie di spettacoli realizzati dal musicista Max De Aloe in collaborazione con musicisti, poeti, scrittori, artisti multimediali, attori, ecc. dove la musica e altre arti trovano un punto d’incontro in un viaggio ammiccante e coinvolgente.



Un controcanto in tasca
Racconti di musicisti gentili, poeti innamorati e pazzi inventori di strumenti musicali
Aneddotti, storie e ritratti tra tango e jazz in compagnia di Hugo Diaz, Carlos Gardel, Alfonsina Storni, Jorges Luis Borges, Osvaldo Soriano e il suono di una armonica cromatica.
Max De Aloe – voce recitante, armonica cromatica, fisarmonica, TOUR elettronics



Imminestrare
Le letture ironiche, divertenti di Paolo Nori, uno dei più affascinanti scrittori contemporanei (ha pubblicato con Einaudi, Feltrinelli e Bompiani) intervallate dalla musica di Max De Aloe in uno spettacolo di sicura originalità. Paolo Nori – voce recitante
Max De Aloe – armonica cromatica, fisarmonica, TOUR elettronics

Approfondisci Imminestrare



“Arcus Pulcher Aetheri”
Marco Cardini- pittura cibernetica
Umberto Petrin - pianoforte
Max De Aloe - armonica cromatica, TOUR electronics
In questo spettacolo l’artista Marco Cardini arriva ad interagire con il calcolatore grazie all'uso del programma PAGe (Painting by Aerial Gesture) che gli permette di dipingere e di attivare suoni in tempo reale. L’aspetto peculiare di questo programma è, infatti, quello di dare al pittore cibernetico la possibilità di generare, attraverso una libera gestualità delle mani nell’aria, segni grafici elettronici che possiamo a ragione definire graffiti elettronici, che analogamente ai suoni si sviluppano nel tempo e nello spazio. Con il sistema PAGe, ideato da Cardini e realizzato al CNR di Pisa, l’artista ha fatto del calcolatore elettronico una macchina sinestetica in grado di attivare in tempo reale colori e suoni attraverso interfacce elettroniche gestuali. La performance visiva che sarà presentata in questa occasione è stata composta da Cardini, un poema visivo in quattro tempi per orchestra, commissionato per l’apertura della stagione sinfonica 2004/2005 di Bolzano e Trento, è stata inoltre eseguita all’Auditorium Melotti del MART di Rovereto e per la RAI TRE. Su questa “partitura visiva” Umberto Petrin e Max De Aloe eseguiranno insieme una libera struttura sonora, elaborando un materiale tematico che si muove intorno alle loro composizioni, entro il quale poter agire anche attraverso moduli improvvisativi che rendano l’azione compatta e in ogni caso “unica”. L’incontro tra Cardini, Petrin e De Aloe è la naturale conseguenza della ricerca artistica che ognuno di loro ha personalmente affrontato negli anni, portandoli a confrontarsi sui diversi linguaggi artistici: musica-pittura-poesia.

Approfondisci “arcus pulcher aetheri”



“In qualche parte del mondo”
Luigi Tenco e la sua musicaA quarant’anni dalla scomparsa del cantautore genovese (1967-2007), un omaggio alla sua musica attraverso una rilettura in jazz delle sue canzoni più note.
Spettacolo per duo/trio/quartetto.



Pentafotogramma
quando l'immagine accompagna la musica

Roberto Cifarelli – fotografie e immagini + trio/quartetto jazzPENTAFOTOGRAMMA: durante il concerto verranno proiettate fotografie realizzate in tempo reale dal noto fotografo Roberto Cifarelli.
Gli scatti realizzati in tempo reale coinvolgeranno la performance musicale, il pubblico, l'ambiente uniti a scatti "rubati" nelle ore precedenti al concerto.



Storie di tango
La musica di Homero Manzi, Enrique Santos Discépolo, Carlos Gardel, Astor Piazzolla incontra la poesia dei grandi poeti argentini e sudamericani, primo tra tutti Jorge Luis Borges, e i testi dei tanghi più celebri. Più che uno spettacolo un’avvolgente racconto della nostalgia del tango, dei crepuscoli di Buenos Aires, del senso lontano del ricordo tradotto in musica e poesia. Voce recitante + trio musicale.



“L’anima delle cose”
“L’anima delle cose” è il titolo del cd di Max De Aloe (Abeat Records ABJZ 0019) realizzato in collaborazione con il poeta Giuseppe Conte nel 2003. E in questo spettacolo, così come nel cd, sarà proprio Giuseppe Conte a recitare le sue poesie e ad interpretarle con quell’ironia che lo contraddistingue. Proprio quel Giuseppe Conte, considerato da più di vent’anni uno dei più auteroveli poeti italiani, pubblicando per Rizzoli e Mondadori e traducendo D.H Lawrence, Blake, Shelley, Whitman. Vincitore di numerosi premi, tra cui il prestigioso “premio Montale”, è un autore fertile che annovera tra le sue pubblicazioni anche libri di saggistica, romanzi, un libro di viaggi e libretti d’opera. Le sue poesie sono tradotte in molte lingue del mondo.
Due soluzioni musicali per questo spettacolo:
*Giuseppe Conte + max de aloe (armonica cromatica, fisarmonica, TOUR elettronics)
*Giuseppe Conte + trio



E avremo gli occhi belli:
le poesie al femminile

Un omaggio ai versi delle grandi poetesse italiane: Sibilla Aleramo, Alda Merini, Antonia Pozzi, Maria Luisa Spaziani, Amelia Rosselli incorniciate in una colonna sonora di jazz, tango e musica italiana. Due soluzioni musicali per questo spettacolo:
*voce recitante + max de aloe (armonica cromatica, fisarmonica, TOUR elettronics)
*voce recitante + trio

 


 
   
I TOUR I Bio I Discografia I Musica & Video I Photo I Progetti I Press I I INFO I
 
   
I HOME I FACEBOOK I BLOG I MYSPACE I CEM I
© Max De Aloe I ENGLISH